Al Chiostro del Bramante in mostra “I Macchiaioli. Le collezioni svelate”

Al Chiostro del Bramante in mostra “I Macchiaioli. Le collezioni svelate”

Oltre 110 opere compongono la mostra dal titolo “I Macchiaioli. Le collezioni svelate”. Il percorso espositivo, ospitato all’interno delle sale del Chiostro del Bramante a Roma, sarà visitabile fino al 4 settembre. Si tratta di un’occasione imperdibile per ammirare i capolavori che caratterizzarono il movimento pittorico più importante dell’Ottocento italiano. Un’opportunità per comprenderne il contesto e le origini.

La mostra mette insieme opere provenienti dalle raccolte private dei grandi mecenati dell’epoca, siano essi personaggi appassionati di pittura, siano essi imprenditori e uomini d’affari affascinati dalla bellezza. Le opere sono in parte donate dagli autori stessi, in parte acquistate per sostenere i pittori in momenti difficili.

Il dipinto "Raccolta del fieno"

Il dipinto “Raccolta del fieno”

Nove le sezioni che compongono il percorso visivo. Tutte e nove intitolate ai nomi degli originari collezionisti. E così la prima parte della mostra si apre con La “galleria privata” di Cristiano Banti. I Macchiaioli allo specchio; si prosegue con Diego Martelli, tra macchiaioli e impressionisti. Una testimonianza d’arte e di vita. La terza sezione è intitolata a Rinaldo Carnielo e a seguire Edoardo Bruno. Si prosegue con il fiorentino Sforni, Mario Galli ed Enrico Checcucci. Chiudono la mostra le sezioni intitolate a Camillo Giussani e a Mario Borgiotti.

La successione dei dipinti, oltre a rappresentare un imponente corpus di opere, offre l’occasione di indagare sul contesto storico del movimento. Non solo. Fa da sfondo all’intera esposizione il fil rouge del clima storico in cui il movimento si sviluppò e le vicende personali degli artisti. Un’opportunità, dunque, per comprendere a fondo i contenuti, i personaggi e l’evoluzione del movimento.

Fra le opere esposte troviamo “Il Ponte Vecchio a Firenze” (1879) di Telemaco Signorini – fortunosamente recuperato da Borgiotti sul mercato inglese; “Il giubbetto rosso” (1895 circa) di Federico Zandomeneghi, “Marcatura dei cavalli in Maremma” (1887) e Ciociara (Ritratto di Amalia Nollemberg) di Giovanni Fattori, “Place de la Concorde” e “Campo di neve” di Giuseppe De Nittis, accanto al “Ritratto della figlia Alaide” (1875 circa) di Cristiano Banti. E, ancora, “Cucitrici di camicie rosse” (1863) di Odoardo Borrani, “Sforni in veranda che legge” (1913) e il “Ritratto della moglie Isa” (1902) di Oscar Ghiglia.

Un'opera della mostra "I Macchiaioli. La collezione svelata"

Un’opera della mostra “I Macchiaioli. La collezione svelata”

In mostra anche opere a cavallo tra Ottocento e Novecento che testimoniano come le conquiste formali e concettuali dei Macchiaioli furono recepite e poi sviluppate dalle successive generazioni di pittori.

“I Macchiaioli. Le collezioni svelate” è curata da Francesca Dini con il Patrocinio dell’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Roma. La mostra è aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00 (sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00) con ingresso 13 euro.

Patrizia Capoccia

Patrizia Capoccia

Dopo gli studi in Comunicazione e dopo la specializzazione in Giornalismo, diventa giornalista pubblicista. Si interessa di arte, cultura e fotografia per la quale nutre una passione fin dai tempi universitari.


Tag assegnati a questo articolo:
chiostro del Bramantemacchiaiolimostra

Articoli correlati

Come nasce un capolavoro, a Genova i disegni preparatori di Canova

Più di settanta disegni, provenienti dalla raccolta del Museo Civico di Bassano del Grappa saranno ospitati negli spazi del Teatro

Dagli Impressionisti a Picasso. La mostra delle avanguardie

«La soluzione brillante di una crisi profonda». È così che nasce il progetto della mostra “Dagli Impressionisti a Picasso”, allestita

“Giappone segreto”, in mostra a Parma i capolavori della fotografia orientale

Un’esposizione di 140 immagini originali per approfondire uno dei capitoli più importanti della storia della fotografia in Giappone. Si chiama