Color me cool. Artisti e opere d’arte incontrano il gelato

Color me cool. Artisti e opere d’arte incontrano il gelato

Arte, musica, beneficenza e gelato. Sono questi gli ingredienti per la seconda edizione di “Color me cool”, organizzata da Manna Cafè. La raccolta fondi, che si è svolta sabato 25 luglio, servirà ad aiutare la popolazione senza fissa dimora di Clarksville, nel Tennessee.

Color me cool. Artisti e opere d’arte incontrano il gelato

L’intera giornata all’insegna della beneficenza ha messo in moto, per il secondo anno consecutivo, una macchina oramai ben rodata che offre ai visitatori una piacevole giornata e agli artisti una possibilità di mettere in mostra le proprie creazioni. Il tutto accompagnato da gelato artigianale a volontà.

Dalle fotografie ai dipinti, dalle tecniche miste alle ceramiche. Sono numerosi gli artisti che accettano di partecipare alla giornata per esporre e vendere i loro prodotti. I visitatori, dal canto loro, potranno acquistare un oggetto e, in compenso, sarà offerto loro del buon gelato artigianale. Durante il festival è previsto anche un contest che vede sfidarsi tra loro i maestri del gelato. A fine giornata, ai più votati sarà consegnato un premio.

Anche la musica è presente al “Color me cool”. Una band dal vivo accompagna l’intera manifestazione. Non solo. Per rendere ancora più piacevole l’evento, gli organizzatori hanno pensato di aggiungere anche un concorso di hula hoop, un concorso di costume hippy e un concorso d’arte di gesso. «Il primo anno è stato un successo, con un flusso costante di persone per tutto il giorno», ha fatto sapere Sara Miller, vicedirettore di Manna Cafè. «E anche quest’anno siamo sulla buona strada».

Al festival "Color me cool" è offerta una grande quantità di gelato artigianale

Al festival “Color me cool” è offerta una grande quantità di gelato artigianale

Una macchina di solidarietà che funziona tutto l’anno

Il festival “Color me cool” è soltanto un modo per aiutare i meno abbienti di Clarksville. Per tutto l’anno, infatti, lo staff di Manna Cafè è all’opera per questa nobile causa. E ci sono tanti modi per dare una mano. Si può fare volontariato: iscrivendosi al sito si può scoprire se serve aiuto e di cosa si ha più bisogno.

Per la comunità di Clarksville si può anche donare il cibo. Soprattutto bottiglie d’acqua d’estate, il periodo più caldo dell’anno. Ma anche prodotti per l’igiene personale o pannolini e salviette per i bambini. Sono previste anche le donazioni in denaro. E anche la raccolta del cibo è importante. Nulla, infatti, va sprecato in questa gara di solidarietà.

Sara Miller spiega il programma di “salvataggio del cibo”. Ogni giorno due camion fanno la raccolta del cibo in negozi alimentari e nei ristoranti. «È impressionante la quantità di prodotti che si butta via. Se una banana è appena ammaccata non è più vendibile anche se è ancora buona e può essere mangiata». «In questo modo – continua Miller – siamo in grado di raccogliere la frutta e il pane che poi man mano distribuiamo».

Sempre nella giornata di sabato scorso, è stato lanciato un nuovo concorso artistico per gli studenti della zona. L’opera d’arte che si è aggiudicata il primo premio sarà quella scelta per decorare uno dei camion di Manna Cafè.

Patrizia Capoccia

Patrizia Capoccia

Dopo gli studi in Comunicazione e dopo la specializzazione in Giornalismo, diventa giornalista pubblicista. Si interessa di arte, cultura e fotografia per la quale nutre una passione fin dai tempi universitari.


Tag assegnati a questo articolo:
clarksvillecolor me coolgelatomanna cafe